Postdoctoral Fellowship in Early Christian Art & Architecture at Radboud University (Netherlands)

(Source: Radboud University): Job opening for a ‘CRM Fellow’ at Radboud University, Nijmegen in Early Christian Art and Architecture. The intended commencement date is 1 September 2018.

Requirements:
– Relevant PhD in Art History or Archaeology;
– Strong academic record as evidenced by curriculum vitae and publication record;
– Excellent command of spoken and written English;
– Relevant experience for this position and an academic international network;
– Excellent organisational skills and experience coordinating research projects;
– Excellent communication and presentation skills.
– Experience with organising exhibitions or conferences is desirable.

Conditions of employment
temporary, for a period of three years based on a full time employment
– you will be classified as a Postdoctoral Researcher, Level 3 in the Dutch university job-ranking system (UFO).

Additional information
Prof. dr. O.J. Hekster, Professor
+ 31 24 3612289
o.hekster@let.ru.nl
http://www.ru.nl/facultyofarts/

“Hidden Treasures” in the Catacombs of San Sebastiano: Exclusive Sunday Tours in 2018

(Source: Catacombe di San Sebastiano): The Catacombs of San Sebastiano has organized 2018 calendar of tours by reservation on Sundays to certain areas of the archaeological site. 

Prorgram 2018:

April 22 - Sarcophagus of Lot, restored in 2017
May 13  - Appia Day (special event program)
May 20 - Crypt of St. Philip Neri
June 24 - Memoria Apostolorum (shrine to Saints Peter and Paul)
September 16 - Sarcophagus of Lot, restored in 2017
September 23 - Columbaria and Roman Villas of San Sebastiano
October 7 - Chamber of Jonah
October 14 - Memoria Apostolorum (shrine to Saints Peter and Paul)

To reserve a spot on a tour (spaces are limited) contact: info@catacombe.org or by phone: 067850350.
Site address: Catacombs of San Sebastiano, Via Appia Antica, 136 Rome, Italy 00179
Website: www.catacombe.org

Convegno itinerante “Santa Vittoria Vergine e Martire Romana” con visite alla catacomba di Santa Vittoria il 28 aprile 2018 (Monteleone Sabino, RI)

Convegno itinerante - Santa Vittoria Vergine e Martire Romana (programma)

Il convegno si terrà nelle date (2018):
17 aprile: Roma, presso l'Istituto storico italiano per il Medioevo - Presentazione delle iniziative farfensi
18 aprile: Farfa, presso l'Abbazia di Farfa, Sala Schuster -  La Sabina: Culto e Monachesimo
28 aprile: Monteleone Sabino, presso il centro servizi anfiteatro di Trebula Mutuesca - I culti maririali e le rilevanze archeologiche Sabine (con visite alla catacomba di Santa Vittoria)
19 maggio: Pisoniano, presso il Teatro Parrocchiale Giovanni Paolo II - Il culto di Santa Vittoria
16 giugno: Santa Vittoria in Matenano, presso il Teatro del Leone - Santa Vittoria nel Piceno

 

Per informazioni: Fondazione Santa Vittoria Vergine e Martire Via Lucio Mummio, 11- 02033 Monteleone Sabino (RI) (web) oppure Abbazia di Farfa (web).

Appia Day 2018 – Special Openings of Catacombs, Monuments, and Museums (13 May 2018)

(Source: www.appiaday.it/): Appia Day 2018 will feature special openings on Sunday, 13 May 2018 of catacomb regions, monuments, and artifact collections, as well as other historic sites along the via Appia Antica. Program and updates at: http://www.appiaday.it/ (email: info@appiaday.it).

The Catacombs of Callisto and Domitilla will offer a discount on admission all day (5 euro). Hours: 9.00-18.00 (last entrance at 17.30)

The Museum of the "Torretta" at the Catacombs of San Callisto will be open to the public (via Appia Antica, 100). Hours: 9.00-19.00 (last entrance at 18.30).

Special tours will be held of the Chamber of Orpheus in the Catacombs of Callisto (meeting point: Via Appia Antica, 110/126). Hours: Hours: 9.00-19.00 (last entrance at 18.30).

Special tours will be held of the Basilica of the Greek Martyrs in the San Callisto cemetery.

The Museum at the Catacombs of Domitilla will be open to the public with guided tours. Hours: 9.00-19.00 (last entrance at 18.30).

The Museum at the Catacombs of Pretestato will be open to the public, including visits to the Spelunca Magna inside the cemetery (via Appia Pignatelli, 11). Hours: 9.00-19.00 (last entrance at 18.30).

The Museum at the Catacombs and Basilica of San Sebastiano will be open to the public, featuring sculpture fragments, epitaphs, and other artifacts. Hours: 9.00-19.00 (last entrance at 18.30).

The "Roman Villas" in the area of Basilica and Catacombs of San Sebastiano will be open for tours in the morning and afternoon by reservation to: carlo.pavia@yahoo.it

The Tomb of the Scipios will be open for tours on the half hour, but it is necessary to reserve in advance (via di Porta San Sebastiano, 9). 

The Columbarium of Pomponius Hylas will be open for a tour at 10 (via di Porta Latina, 14).

Other monuments and archaeological parks open along the via Appia Antica include: San Giovanni in Oleo; San Giovanni a Porta Latina; Sepolcro di Priscilla; Mausoleum of Cecilia Metella (free entry); Villa dei Quintili (free entry); Villa di Massenzio (free entry); Caffarella Cistern; Church of Sant'Urbano alla Caffarella.

19 aprile 2018 ore 16:30 – presentazione del libro “La strada di Paolo. La via Ostiense dalle origini alla cristianizzazione” (Palazzo della Cancelleria, Roma)

(Source: BPF) Presentazione del nuovo libro di Fabrizio Bisconti e Giovanna Ferri, "La strada di Paolo. La via Ostiense dalle origini alla cristianizzazione," (Esedra, 2018)  il giovedì 19 aprile ore 16:30 presso il Palazzo della Cancelleria, Sala dei Cento Giorni, Piazza della Cancelleria, 68 - Roma, con interventi di:
Domenico Polselli, Presidente della Banca Popolare del Frusinate
Rita Padovano, Presidente dell’Associazione Culturale Progetto Arkés
Mons. Pasquale Iacobone, Segretario della Pontificia Commissione di Archeologia Sacra
Manfredi Merluzzi, Direttore del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi Roma Tre
Riccardo Santangeli Valenzani, Docente di Archeologia Urbana di Roma e di Archeologia Medievale all’Università degli Studi Roma Tre
Matteo Braconi, Docente di Archeologia Cristiana all’Università degli Studi Roma Tre
Emilia Zarrilli, Prefetto di Frosinone
Edith Gabrielli, Direttore del Polo Museale del Lazio
Saranno presenti gli Autori
Per acquistare il libro, in vendita dal 20 aprile 2018, clicca qui.

Presentation of the 1st Annual Course in Jewish Archaeology in Italy 18 April 2018 (Rome)

(Source) - A press conference to announce the 1st Annual Course in Jewish Archaeology in Italy will be held on Tuesday, 18 April 2018 at 11 a.m., in the Sala della Crociera, Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MIBACT) – Via del Collegio Romano, 27, Rome.

The 1st Annual Course in Jewish Archaeology is organized by the Roman Center of Jewish Studies (Centro Romano di Studi sull’Ebraismo) of the Dipartimento di Storia, Patrimonio Culturale, Formazione e Società dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, in partnership with the Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma.

The course will run from 2-31 May 2018 at the Università di “Tor Vergata” and is the first of its kind in Italy to focus on the essentials of the study of Jewish funerary archaeology and the analysis, study, and interpretation of artifacts used by Jews in the Roman and Medieval eras. Instructors include experts on catacombs, ceramics, topography, epigraphy, and ancient Jewish history and literature.

The course schedule is comprised of lectures, workshops, and guided tours of the Jewish catacombs of Rome and is geared toward students of archaeology, archaeologists, and employees in the archaeology and museum departments of Italy's Ministry of Culture (MiBACT), as well as tour guides and other scholars. Completion of the program (with mandatory attendance) earns participants 6ECTS. Course program is here: Calendario lezioni Corso Archeologia Giudaica (NUOVO) e ridotto jpg

Program of speakers at the press conference:

  • Franco Salvatori,  Direttore del Dipartimento di Storia, Patrimonio culturale, Formazione e Società dell’Università “Tor Vergata”
  • Francesco Prosperetti, Soprintendente della Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma
  • Ruth Dureghello, Presidente della Comunità Ebraica di Roma
  • David Meghnagi, Assessore alla Cultura dell’UCEI (Unione delle Comunità Ebraiche Italiane)
  • Claudio Procaccia, Direttore del Dipartimento dei Beni e delle Attivita' culturali della Comunità ebraica di Roma
  • Lucia Ceci, Direttore del Centro Romano di Studi sull'Ebraismo
  • Daniela Rossi, Archeologa Direttore, Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma
  • Marcella Pisani, Coordinatrice del Corso di formazione in Archeologia Giudaica

Conclusion: Dario Franceschini, Ministro dei Beni e delle Attivita' Culturali e del Turismo

2018-2019 Shohet Scholars Awards

10 April 2018
For immediate release (SSGP 2018-2019)

2018-2019 Shohet Scholars Awards

The officers and directors of the International Catacomb Society are pleased to announce the Shohet Scholars of 2018-2019:

Michael Flexsenhar (Rhodes College, Religious Studies)
Jewish Imperial Life in Ancient Rome: The Agrippesioi and Augustesioi Synagogues

Flexsenhar’s project investigates the Agrippesioi and Augustesioi synagogues, which on the basis of their names are usually dated to the first-century CE and connected with slaves of Marcus Agrippa and the emperor Augustus. A collection of epigraphic and topographic evidence for the other synagogues of ancient Rome and for cult buildings of other ancient minority groups, including Christians and followers of Isis, tends to show that cult buildings were named on the basis of topography rather than of founders’ names. A broad collection of data will place the development of these two synagogues in the third- and fourth-century and locate them in the local Roman topography. It will also articulate more precisely the history of Jews in Rome and elucidate more critically the intersections of slavery, ethnicity, and religion in the imperial capital.

Justin Leidwanger (Stanford University, Classics)
The Marzamemi “Church Wreck” Project

Investigations of the Marzamemi “church wreck” off the coast of Sicily seek to explore the religious, economic, and political context of this famous 6th-century cargo of prefabricated church architecture. Building on fieldwork since 2013, we aim now 1) to excavate a new sector of the site that can reveal clues to the ship, crew, and cultural context, and 2) to undertake 3D recording and analysis of the monumental architectural elements. These efforts will offer a rare window into the roles of high commerce, mundane exchange, local religious patronage, and imperial ideology in tying together the Mediterranean during the twilight of ancient maritime connectivity.

Lindsey Mazurek (Bucknell University, Classics & Ancient Mediterranean Studies)
Mapping Religious Communities Across the Ancient Mediterranean - The Ostia Connectivity Project

This project examines the social ties that defined religious associations at Roman Ostia through a digital humanities approach. The Ostia Connectivity Project (OCP) uses data analysis and Geographic Information Systems (GIS) mapping technology to consider how religious communities embedded themselves in the social networks of ancient Rome’s port complex at Ostia. Utilizing an archive of over 6,500 inscriptions and newly published graffiti, OCP charts the complex layers of relations that facilitated connectivity between religious groups, and sites. Through this approach, OCP can visualize the different scales of complexity that connect the local with the global, allowing us to account for the work that each relation does in making religious connectivity possible across the ancient Mediterranean.

We congratulate these scholars on the quality and impact of their work.

Sincerely,

Annewies van den Hoek
Chair of the Shohet Scholar Program Committee, Vice President, International Catacomb Society

Jessica Dello Russo
Program Administrator, Executive Director, International Catacomb Society

About the Shohet Scholars Grant Program:

The Shohet Scholars Grant Program funds research on the Ancient Mediterranean from the Hellenistic Era to the Early Middle Ages. Shohet Scholars may do their research in the fields of archeology, art history, classical studies, history, comparative religions, or related subjects. Of special interest are interdisciplinary projects that approach traditional topics from new perspectives. For more information about the Shohet Scholars Program and other activities of the International Catacomb Society, please visit: www.catacombsociety.org or contact:

International Catacomb Society
217 Hanover Street, Suite 130413
Boston, MA 02113
shohetscholars@catacombsociety.org

Corso di formazione in Archeologia Giudaica 2-31 maggio 2018 (Roma)

(Link) Corso di formazione in Archeologia Giudaica realizzato in convenzione con la Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma
Anno Accademico 2017/2018, Edizione I
Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” Dipartimento di Storia, Patrimonio culturale, Formazione e Società CeRSE.

E’ attivato nell’Anno Accademico 2017/2018 dall’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”, Dipartimento di Storia, Patrimonio Culturale, Formazione e Società, CeRSE (Centro Romano di Studi sull'Ebraismo) in collaborazione con la Soprintendenza Speciale Archeologia Belle Arti e Paesaggio di Roma, il Corso di formazione in Archeologia Giudaica.

Calendario delle lezioni (Calendario lezioni Corso Archeologia Giudaica pdf)

Mercoledì 2 maggio 2018
Ore 9,30-13,30/14,30-18,30:
FAUSTO ZEVI, L’archeologia ebraica:note introduttive
ALESSIO DE CRISTOFARO, Archeologia, storia e antropologia: vecchi e nuovi approcci metodologici dell’archeologia funeraria
ELSA LAURENZI, Lutto e sepoltura degli ebrei nei primi secoli dell’Evo moderno: riti, tradizioni, simbologie
MICAELA VITALE, Parole e simboli: lingue e segni nell’epigrafia funeraria ebraica 1

Giovedì 3 maggio 2018
Ore 9,30-13,30/14,30-16,30
ALESSANDRO CAMPUS, Sincretismo religioso, linguistico ed epigrafico nella catacomba di Sirte
GIOVANNI DI STEFANO-ANGELICA FERRARO, Aree funerarie ebraiche siciliane in necropoli miste; Ipogei e sepolture sub-divo giudaiche in Sicilia
GIOVANNI DI STEFANO-ANGELICA FERRARO, La cultura materiale ebraica: gli indicatori archeologici nei contesti siciliani
ALESSANDRO CAMPUS, Presenza ebraica al di fuori dell'area siro-palestinese e interazioni con le altre culture

Martedì 8 maggio 2018
Ore 9,30-13,30/14,30-18,30
DANIELA ROSSI, Archeologia urbana pluristratificata e sviluppo storico di alcuni siti di interesse ebraico a Roma
ELSA LAURENZI, La catacomba ebraica di Vigna Randanini
MICAELA VITALE, Parole e simboli: lingue e segni nell’epigrafia funeraria ebraica 2

Mercoledì 9 maggio 2018
Ore 9,30-13,30 / 14,30-16,30
MARZIA DI MENTO, Le catacombe ebraiche di Venosa
GIANCARLO LACERENZA, Venosa ebraica: nuovi interventi per la conoscenza e la fruizione
VINCENZO FIOCCHI NICOLAI, Archeologia funeraria giudaica e cristiana a confronto: l’esempio di Roma
CINZIA VISMARA, Ebrei e impero romano: problemi aperti

Giovedì 10 maggio 2018
Ore 9,30-13,30
DANIELA ROSSI - MARZIA DI MENTO, Le catacombe ebraiche di Villa Torlonia alla luce delle recenti campagne di restauro
DANIELA ROSSI- MARZIA DI MENTO, La catacomba ebraica di Monteverde: dal riesame dei documenti di archivio alle nuove ipotesi di localizzazione
MARZIA DI MENTO, Il Campus Iudaeorum e le antichità ebraiche nel Trastevere di età medievale

15, 17 e 18 maggio 2018
Visite alle catacombe, con esercitazioni, laboratori, e tirocini

Il Corso si rivolge a tutti gli interessati. È aperto, infatti, sia a studenti che intendono implementare il loro percorso formativo nelle discipline archeologiche che a studiosi impegnati in ambito universitario o negli istituti di ricerca nella ricerca archeologica, a funzionari archeologi preposti alla musealizzazione, tutela e valorizzazione dei beni archeologici dello Stato e degli Enti Locali, nonché a responsabili e/o operatori nel settore della tutela e valorizzazione dei beni archeologici in ambito privato, o a semplici appassionati.

Il corso mira a fornire le seguenti principali abilità:
- applicare un approccio metodologico interdisciplinare nella lettura e interpretazione dei dati archeologici;
- contestualizzare nel quadro storico antico le principali evidenze della civiltà giudaica nei primi secoli dell’era volgare;
- evidenziare lo sviluppo diacronico delle manifestazioni culturali ebraiche, con particolare riferimento ai luoghi di sepoltura, alle strutture religiose e alla cultura materiale annessa;
- storicizzare ed inquadrare geograficamente luoghi, monumenti e manufatti per coglierne l’eredità e gli effetti fin nel presente.

Requisiti di ammissione e iscrizione al Corso: Possono partecipare alla selezione per l’ingresso al Corso tutti coloro che siano in possesso di un diploma di maturità.
Quota d’iscrizione: La partecipazione è subordinata al versamento di una quota di importo pari a 300 euro. Una riduzione del 25% è prevista per studenti già iscritti presso uno dei Corsi di Studio dell’Università di Roma Tor Vergata, per dipendenti del MiBACT e per operatori culturali della Comunità Ebraica, dietro presentazione di relativa certificazione da allegare alla domanda di iscrizione.
Il Corso potrà non essere attivato se non si dovesse raggiungere un numero sufficiente di iscrizioni. Il numero massimo dei partecipanti è 50. Il numero minimo di studenti al di sotto dei quali il Corso non sarà attivato è 20. Tale numero minimo può diminuire in presenza di altre coperture finanziarie.
Durata: La durata complessiva del Corso è di 60 ore. Il Corso avrà inizio il 3 maggio 2018 e terminerà il 31 maggio 2018. L’attività formativa comprende attività di didattica frontale organizzati con lezioni e seminari in aula. Il programma dettagliato sarà comunicato sul sito.
Articolazione e programma: Il corso consiste in un ciclo di lezioni di 60 ore complessive (34 ore di lezioni frontali e 26 ore di project work), distribuite in tre moduli:
1) in un primo modulo si affronteranno i seguenti temi: Nuovi approcci metodologici all’archeologia funeraria; Inquadramento storico, dalla formazione delle prime comunità giudaiche alla diaspora; Lineamenti di epigrafia; Problemi epistemologici.
2) in un secondo modulo si affronteranno temi connessi all’urbanistica e alla topografia dei luoghi di sepoltura giudaici a Roma, soprattutto in rapporto allo sviluppo urbano coevo, alle modalità di deposizione, agli elementi di corredo, agli apparati epigrafici e ad eventuali elementi della cultura immateriale. Oltre al quadro storico-religioso, si affronterà il tema della persistenza e dell’abbandono che scandirono le vicende di luoghi e costruzioni giudaiche nel corso del tempo, cercando di comprendere il perché dei loro esiti nelle città odierne.
3) In un terzo modulo si analizzeranno in dettaglio il problema della contestualizzazione dei reperti ebraici in Italia e alcuni esempi particolarmente significativi delle stesse classi di manufatti e materiali in Italia meridionale e in Sicilia, ponendo l’attenzione sugli effetti di sincretismo religioso che la cultura greca, qui persistente, ha nei confronti delle comunità giudaiche. Verranno anche presi in considerazione alcuni manufatti e il valore che è loro possibile assegnare come indicatore archeologico della presenza ebraica.
4) La sessione finale è una sessione di project work o attività pratico-laboratoriali, con visite guidate alle catacombe ebraiche di Roma e attività finalizzate alla schedatura e alla classificazione di contesti o reperti
Valutazioni: Al termine del Corso l’iscritto dovrà sostenere una prova di verifica del profitto, consistente in una prova orale, al superamento della quale verranno rilasciati 6 CFU. La Commissione esaminatrice è nominata dal Direttore del CeRSE e dal Coordinatore del Corso ed è composta da tre a cinque Docenti del Corso. La valutazione di fine anno è espressa in trentesimi e tiene conto delle presenze effettive alle lezioni e della verifica delle competenze acquisite nei temi trattati e nelle attività laboratoriali.
Corpo Docente: Il corpo docente è composto da Docenti dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” o di altri Atenei italiani o esteri o di altri organismi nazionali e internazionali e da esperti designati secondo le modalità previste dal relativo Regolamento di Ateneo per il conferimento degli incarichi di insegnamento ai sensi dell’art. 23 della legge 240/2010 (art. 8).
Sede Amministrativa: La sede universitaria amministrativa è la Segreteria amministrativa del Dipartimento di Storia, Patrimonio Culturale, Formazione e Società dell’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”,
Sig.ra Lorella Colapicchioni
Ed. B, st. 32/4
via Columbia 1, 00133 Roma
tel. 06/72595121
colapicchioni@lettere.uniroma2.it
Sede delle attività didattiche
Le lezioni frontali, i seminari, nonché le attività di coordinamento e organizzazione, si terranno
presso il Dipartimento d Storia, Patrimonio Culturale, Formazione e Società dell’Università degli
Studi di Roma “Tor Vergata”, via Columbia 1, 00133 Roma.
Obbligo di frequenza
La frequenza al Corso è obbligatoria e deve essere attestata con le firme degli iscritti. Una
frequenza inferiore al 50% delle ore previste comporterà l’esclusione dal Corso e la perdita della
quota di iscrizione.
Attestato
Al termine del Corso, a coloro che avranno superato l’esame finale, verrà rilasciato un Attestato di
frequenza o formazione e qualificazione professionale, corrispondente a 6 cfu, secondo le vigenti
norme di legge.
Quote e modalità di iscrizione
La partecipazione è subordinata al versamento di una quota di importo pari a 300 euro. Una
riduzione del 25% è prevista per studenti già iscritti presso uno dei Corsi di Studio dell’Università
di Roma Tor Vergata, per dipendenti del MiBACT e per operatori culturali della Comunità Ebraica,
dietro presentazione di relativa autocertificazione inclusa nella domanda di iscrizione.
La domanda di ammissione va effettuata entro e non oltre il 30 aprile 2018, pagando la tassa
d’iscrizione al seguente IBAN: IT26X0200805168000400695175 specificando nella causale “Corso
di Formazione in Archeologia Giudaica”, e inviando i seguenti documenti: 1) Domanda di
iscrizione (secondo modello in allegato); 2) Breve curriculum vitae; 2) fotocopia della ricevuta di
pagamento; a: colapicchioni@lettere.uniroma2.it e marcella.pisani@uniroma2.it

Il numero massimo di partecipanti al corso è pari a 50, il numero minimo è pari a 20.
Contatti e informazioni:
Prof.ssa Marcella Pisani e-mail: marcella.pisani@uniroma2.it
Sig.ra Lorella Colapicchioni, Ed. B, st. 32/4; tel. 06/72595121; colapicchioni@lettere.uniroma2.it
Dipartimento di Storia, Patrimonio culturale, Formazione e Società
Università degli Studi di Roma Tor Vergata
Via Columbia 1, 00133 Roma

Catacombe di Roma – aperture ed eventi ad aprile 2018

Sabato 7 aprile 2018
Catacomba ebraica di Vigna Randanini
via Appia Pignatelli, 4, Roma
Per maggiori informazioni e acquisto biglietti rivolgersi a: tour@sotterraneidiroma.it; http://www.sotterraneidiroma.it/

Sabato 7 aprile 2018 ore 16:30
Visita alle Catacombe di Generosa
L'appuntamento è presso l'area archeologica alla fine di via delle Catacombe di Generosa (Magliana-Roma)
La visita e' gratuita. Per ulteriore informazione tel. 349 7930661; www.comitatocatacombedigenerosa.it/

Sabato 7 aprile ore 17
Sepolcro degli Scipioni a cura dell' Associazione Gaudium
Appuntamento: 15 minuti prima della visita in Via di Porta San Sebastiano, 9, Roma
La prenotazione è obbligatoria via mail a: visiteguidate@associazionegaudium.it indicando numero partecipanti e un numero di cellulare di riferimento.

Mostra "La Catacomba di Monte Stallone a Formello, nuova luce dopo un decennio di ricerche"
Dal 24 febbraio al 15 aprile 2018
Sala Ward-Perkins del Palazzo Chigi di Formello
Orari visita: Martedì 9-13; Mercoledì 10-12; Giovedì 9-13; Venerdì 15-19; Sabato 10-18' Domenica 11.30-13.30 / 14.30-18.30
http://www.informaromanord.it/mostra-sulla-catacomba-monte-stallone/

Sabato 21 aprile 2018 ore 14:30
Catacombe di Pretestato
Per questa visita è previsto il pagamento anticipato entro il 9 Aprile (E. 20).
Associazione MiraMuseo prenotazioni@miramuseo.com; www.miramuseo.com

Sabato 28 aprile ore 10
L'Appia imperiale
Incontro con le archeologhe Lucrezia Spera e Ersilia Loreti a cura dell'associazione "Italia Nostra"
Archivio "Antonio Cederna, via Appia Antica, 222, Roma
http://italianostraroma.blogspot.com/
 

Masterclass “Christian Archaeology across Borders” for MA, Ph.D. students & Postdocs at CIAC XVII (June 30, 2018)

Source: CIAC organizers (link): XVII International Congress of Christian Archaeology 2018
Utrecht-Nijmegen (The Netherlands) on Frontiers: The Transformation and Christianisation of the Roman Empire between Centre and Periphery

Preparations for the International Congress of Christian Archaeology (CIAC XVII) are in full swing.
Scholars and colleagues from many countries have already registered and a promising programme of lectures and presentations is now in place. Participants will meet in Utrecht and Nijmegen from July 2nd to July 6th. If you did not register yet, and if you are interested in the topic of boundaries, borders, borderlands, transitional zones, and frontiers in Late Antiquity, we invite you to register for the conference and join us in the Netherlands during the first week of July.
The wealth of proposals submitted by researchers from a wide range of countries has allowed us to draw up a programme that fulfills our ambition to explore the central subject Frontiers on different levels and to create a forum to debate the issues and research methodologies raised by the topic of our congress. The core of the programme consists of a set of geographically concentrated sessions focussing on all the border regions of the Late Antique empire. Sessions on the dynamics between centre and periphery, and on border crossing phenomena such as migration and Christianisation will tie these geographical sessions together. A special session will be dedicated to the dramatic situation of Christian material heritage in the warstruck regions of the Near East today. Moreover, participants will have the opportunity to learn about new discoveries in the field of Christian Archaeology in the Novitates sessions, and in the shape of a wide variety of posters that focus on presenting recent research. Keynote speakers will open and close the conference with stimulating reflections on the central theme of the congress.
The attractive ancient cities of Utrecht and Nijmegen, both originating in Roman settlements on the limes of the Roman Empire welcome you during the first week of the summer month. Guided tours to discover the ancient roots of the hosting cities are included in the programme. In order to broaden the horizon an excursion is provided on the day following the congress (Saturday July 7th). We will visit the highly interesting copy of Roman catacombs in Valkenburg and the late antique and early medieval monuments and excavations in the beautiful cities of Maastricht and Tongeren in the Netherlands and Belgian region of Limburg.
Directly preceding the congress itself, a masterclass will be organized for master students, Ph.D’s, and postdocs. It intends to stimulate reflection on the discipline of Christian archaeology, on current-day  practices, challenges, and perspectives for the future. This class will be conducted by a select group of scholars who will present aspects of their research and discuss it with the participants. The masterclass, entitled Christian Archaeology across Borders, will take place in Utrecht on Saturday June 30th.
The congress is organized by the universities of Utrecht and Nijmegen, in collaboration with the Comitato Promotore dei Congressi Internazionali di Archeologia Cristiana, based at the Pontificio Istituto di Archeologia Cristiana in Rome. Further support comes from the Honorary Committee and a National Steering Committee of experts.
For detailed information on the congress subject and the programme, please go to the CIAC-website: https://ciac.sites.uu.nl/
Registration can be made easily online: https://ciac.sites.uu.nl/register-online/
Please note that registration with the regular fee expires May 1st, 2018, but online registration is possible until June 15th. Day-passes are available. For students there is a reduced fee. Additional registration for the master class and the excursion will open soon. Hotel accommodation in selected hotels in Utrecht and Nijmegen can also be booked online: https://ciac.sites.uu.nl/accomodation/ All other information and latest news can be found on the congress website.
We hope to welcome many colleagues and students. We trust the congress will create an attractive and inspiring environment for scholarly and human exchange.
Conference Organizers
Sible de Blaauw, Radboud University Nijmegen
Stephan Mols,. Radboud University Nijmegen
Leonard Rutgers, University Utrecht
Conference Secretariat
Mariëtte Verhoeven, Radboud University Nijmegen
Aurora Raimondi Cominesi, Radboud University Nijmegen
Contact Email : CIAC2018@let.ru.nl
Website: https://ciac.sites.uu.nl/